giovedì 3 agosto 2017

Project 10 books


Buonasera amici e bentornati in un nuovo post/video.. anche quest'anno mi cimento in un project 10 books... speriamo solo di riuscire ad arrivare fino in fondo a questo 😁😁😉

lunedì 31 luglio 2017

Book Haul luglio 2017

Buon pomeriggio lettori in questo caaaaaldissimo pomeriggio di lavoro :) aquisti, che non avrei dovuto fare.. ma insomma sono dettagli, ihihiihi di luglio!
Fatemi sapere cosa ne pensate e cosa avete comprato voi ^^



giovedì 20 luglio 2017

Recensione: "Dalla parte di Bailey" di W. Bruce Cameron

Buon pomeriggio lettori, per la serie ogni tanto ritorno con un libro da tanti 


Dalla parte di Bailey
di W. Bruce Cameron

Editore: Giunti
Pagine: 320
Prezzo: 6,90€

Voto: 5/5

Trama: Immagina un cane che non muore mai. Immagina un cane che si reincarna in diverse vite e se le ricorda tutte. Immagina che voglia scoprire il motivo per cui vive e che continui a rinascere finché non l'ha trovato. Questa storia è raccontata da Bailey, un cane saggio e divertente, bastardino randagio nella sua prima vita, golden retriever nella seconda, cane poliziotto nella terza e labrador nero nell'ultima. Ed è la storia dell'incontro magico con Ethan, il suo padrone speciale, che Bailey conosce da cucciolo e intende ritrovare a tutti i costi. Tra mille avventure commoventi, Bailey ci conduce in un viaggio incantato alla ricerca del senso della vita, dell'amore e della lealtà, che squarcia il velo sottile che separa animali ed esseri umani.


Non è una semplice storia di un cane, ma è la storia di una grande amicizia, una storia fatta di profondo amore, fedeltà, divertimento anche, di piccoli gesti e grandi cose tutte in forma canina.
I cani sono creature meravigliose capaci di amare incondizionatamente e profondamente a volte anche a costo della propria vita perché il loro cuore è immenso e puro, e lo dico per esperienza personale visto che a casa prima delle loro morte avevo due cani con cui spartivamo il cuore e anche il letto.
Per tutto il tempo in cui ho letto questo libro ho pensato che chissà magari da qualche parte la mia bimba sta aspettando di rincontrarmi sotto un altro cane, perché no la vita è così immensa e misteriosa.

Bailey è un cane un Golden retriver che ha iniziato la sua giovane vita in compagnia di Ethan un bimbo vivace con cui crescere e affrontare mille avventure. Ma la vita si sa ha una fine e anche Bailey arriva... Ma eccolo qui reincarnato in una bellissima pastore tedesco che salva le persone in polizia e così via in altre vite, in cui apprendere delle "lezioni" fino a quando non rincontrerà il suo più caro padrone ormai anziano Ethan e allora saprà qual è il suo scopo nella sua vita.
Incontrerò un Ethan diverso dal suo bambino spensierato e felice, un Ethan solo e triste consumato dai rimpianti e dalla solitudine. Ma Bailey riuscirà ancora una volta a regalare la felicità a colpi di leccate e coccole fino al nostro finale.

Una scrittura semplice visto il punto di vista (ahahha scusate il gioco di parole...) un linguaggio immediato, in quanto per un cane le cose fondamentali sono il cibo, i giochi, accontentare il padrone, le nuove scoperte, gli odori... 
Un libro che ho semplicemente amato, è una storia che ti entra dentro e ancora una volta mi fa piangere perché sono creature meravigliose che troppo spesso vengono maltrattate e uccise solo per il semplice piacere di infliggere cattiveria o perchè siamo nervosi. Spero che queste persone prima o poi si pentano e che provino la crudeltà che infliggono.

Amare un animale, gatto, cane o coniglio che sia è la più grande sfida perchè loro richiedono pazienza, amore, coccole, cure, le attenzioni che daremo a un bambino, e credo che imparare ad amare e rispettare un animale indifeso possa rendere le persone migliori con sè stesse e con gli altri, io ho passato tanti momenti bui e soli e l'arrivo di Nuvola è stato un balsamo per il mio cuore. Lei è stata con me da quando facevo la 5 elementare fino ai miei 25 anni. Credetemi un'amica come lei nella vita se ne hanno poche. E dopo aver pianto ancora pensando a lei vi consiglio assoltamente questo libro.. a portata di zampa! 

lunedì 26 giugno 2017

Recensione: "Break. Ossa rotte" di Hannah Moskowitz


Break. Ossa rotte 
di Hannah Moskowitz

Editore: Giunti
Pagine: 280
Prezzo: 14.50€

Voto: 3/5

Trama: Jonah ha una famiglia a dir poco difficile. Ha due genitori quasi assenti, che non ricordano più perché stanno insieme e a malapena riescono a tenere le fila di un matrimonio che sta rovinando la loro vita e quella dei figli. E ha due fratelli: Will, di pochi mesi, che piange incessantemente, e Jesse, di 16 anni. Il rapporto tra Jonah e Jesse va ben al di là dell’amore fraterno. Sì, perché Jonah è l’angelo custode di Jesse, colui che ogni giorno lo salva da morte sicura per soffocamento. Jesse soffre infatti di gravi allergie alimentari, soprattutto al latte e, dato che Will è ancora un poppante, Jesse non è mai al sicuro, nemmeno in casa. I suoi attacchi sono violenti, terribili, devastanti, tanto da spedirlo in ospedale. Jonah non può permettersi di perderlo mai di vista: controlla tutto ciò che mangia, tocca, respira. Si assicura anche che quella sbadata di sua madre non allatti Will e poi tocchi il fratello. Ogni volta che il cellulare squilla, il cuore di Jonah parte al galoppo per la paura che Jesse sia in fin di vita. Jonah vuole essere più forte, ha bisogno di essere più forte, per sorreggere una famiglia sull’orlo del baratro, per sostenere un fratello che rischia di morire ogni giorno, per non cedere al raptus omicida nei confronti di un bebè che riduce a brandelli i nervi di tutti. Rompersi le ossa e guarire è l’unico modo che Jonah conosce per rinforzarsi. Perché chiunque sa che un osso fratturato ha il potere di curarsi da solo e di ricrescere più forte, rinvigorito. E il primo pensiero di Jonah ogni mattina è quello di escogitare nuovi metodi per raggiungere lo scopo nella maniera più veloce ed efficace possibile.

La sua è una storia di autodistruzione per amore.

Dita, gomiti, femori, costole: il conto è minuziosamente riportato. È un’impresa metodica.

Una scarica di adrenalina, poi il dolore, intenso, nauseante.

Un libro crudo e provocatorio, che descrive con realismo una forma estrema di autolesionismo.

La storia di un ragazzo raccontata da una sedicenne: è sorprendente come la giovane scrittrice sia stata in grado di ricostruire le dinamiche psicologiche di un adolescente.




Jonah è "sfortunato" ha una famiglia piena di guai e problemi, un fratellino Will di pochi mesi che piange sempre, una mamma e un papà assenti che si sopportan appena e un altro fratellino sedicenne, Jesse che per gravi intolleranze alimentari può soffocare da un momento a un altro, ragion per cui Jonah non può mai abbassare la guardia, ma tutto questo lo sfianca psicologicamente che fisicamente. 
Lui deve essere forte, lui deve rendersi forte, come fanno le ossa del corpo umano. Ogni volta che queste si spezzano, diventano più resistenti e così si ingegna periodicamente ad avere "incidenti" che lo porteranno a spezzarsi sistematicamente le tutte le ossa del corpo per diventare resistente come ha bisogno e accanto a lui c'è sempre Naomi che fa di tutto per proteggerlo e sostenerlo.

Nonostante i temi non siano dei più felici, la scrittrice riesce a smorzare i toni anche con momenti di normale vita di un adolescente che si innamora, ride e vuole scoprire il mondo.
I toni non cadono mai nel pesante, riesce a rimanere sempre soft, ma a me sinceramente è mancato quel feeling con il personaggio. Un libro carino, di poche pretese che si legge in poco tempo e allo stesso tempo ti lascia anche poco, nonostente Jonah sia un personaggio che mi ha fatto tenerezza e i genitori estremamente rabbia per il loro modo di essere così menefreghisti verso i figli.


domenica 25 giugno 2017

3 made in Italy - parte 1

Buon pomeriggio lettori con l'arrivo dell'estate dobbiamo preparare le nostre tbr da portare al mare, in montagna, in campagna, al parco, al lago e se ancora siete indecisi o se nella vostra lista manca un bell'autore italiano ecco qui qualche proposta...

Seven Dreams
di Giovanni Magliulo

Editore: Panesi edizioni
Genere: fantasy
Pagine: 300
Prezzo: 2,99€ eBook

Trama: Un gladiatore, un operaio del Nevada, il capo di una tribù africana, un orco cannibale, un’esperta di veleni, un rettile in grado di sputare acido e un enigmatico cavaliere sadico vengono strappati alle rispettive realtà e richiamati dal mago Eris nel regno di Duryan. Al gruppo viene affidata la missione di assassinare Wizen, un incantatore sul punto di aprire un varco tra le dimensioni allo scopo di muovere il proprio esercito alla conquista di tutti i mondi. Lo sforzo per il sortilegio appena lanciato uccide Eris, che prima di morire confida ai sette prescelti di aver legato le loro anime con un incantesimo, allo scopo di obbligarli a collaborare: se anche uno solo di loro dovesse morire, allora morirebbero tutti. Con l’unica speranza di tornare alle rispettive realtà riposta nelle mani dello stesso Wizen, ai prescelti non rimane che tentare di sopravvivere tanto ai pericoli provenienti da un mondo sconosciuto quanto alle loro stesse personalità disturbate.



I Dissonanti
di Ilaria Marsilli

Editore: selfpubblishing
Genere: fantasy, romance
Prezzo 2,99 ebook - €17,00 cartaceo
Pagine: 580

Trama: Dopo un incontro inaspettato in un tiepido pomeriggio di fine estate, Lisa, spinta da un irrefrenabile desiderio di trasgressione nei confronti della rigida autorità materna, esce di nascosto a tarda ora per recarsi a un appuntamento in un locale della periferia cittadina. Una volta rientrata nella sua abitazione, la ragazza trova però la dimora deserta. I suoi genitori paiono scomparsi nel nulla e la città stessa sembra sprofondata in un irreale silenzio. Ancora non sa che le strade sono perlustrate da individui pronti ad attentare alla sua vita e percorse da creature mostruose che si spostano, irrequiete e bramose, solo in attesa di incontrare suoi simili. Non ha idea dell’incubo in cui è precipitata, perché ancora non conosce la scissione.


La guerra dei lupi 
di Alessio Del Debbio

Editore: Edizioni Il Ciliegio
Genere: fantasy contemporaneo
Serie: Ulfhednar War
Pagine: 412
Prezzo: 19,50€

Trama: Amici da anni, Ascanio, Daniel, Marina e la loro compagnia di Viareggio non desiderano altro che trascorrere una tranquilla vacanza insieme, ma il destino ha altro in serbo per tutti loro. Gli ulfhednar di Odino sono tornati e la Garfagnana non è più un posto sicuro da quando Raul ha preso il comando del branco del Vello dArgento. Spetta ad Ascanio, ultimo discendente di una stirpe di officianti della Madre Terra, contrastare i suoi progetti di dominio, aiutato dal suo compagno Daniel, un ulfhedinn fuggiasco che ha imparato ad apprezzare la vita tra gli uomini. Ma dietro le mire espansionistiche del violento e indegno Alfa si nasconde unombra antica, disposta a tutto pur di aggrapparsi alla vita. 
«Per questo continuiamo a provare. Per rendere onore a chi è caduto, per vincere le nostre paure e promettere a noi stessi di non fallire più.»
Ambientato in Toscana, tra Viareggio e le montagne della Garfagnana, il libro mescola mitologia nordica e celtica a storia e leggende toscane, alternando, con ritmo incalzante e colpi di scena, capitoli nel presente e altri nel passato. 


E voi quale autore italiano vorrete provare quest'estate?

sabato 24 giugno 2017

Recensione: "Dieci piccoli indiani" di Agatha Christie

Dieci piccoli indiani
di Agatha Christie

Editore: Corriere della Sera
Pagine: 180
Prezzo: 7,90€

Voto: 4/5

Trama: Dieci persone estranee l'una all'altra sono state invitate a soggiornare in una splendida villa a Nigger Island senza sapere il nome del generoso ospite. Eppure, chi per curiosità, chi per bisogno, chi per opportunità, hanno accettato l'invito. Gli invitati non hanno trovato il padrone di casa ad aspettarli; hanno trovato invece una poesia incorniciata e appesa sopra il caminetto della loro camera. E una voce inumana e penetrante che li accusa di essere tutti assassini. Per gli ospiti intrappolati è l'inizio di un interminabile incubo.



Non sono solita leggere gialli e thriller per il semplice fatto che mi annoiano le indagini, tant'è che non guardo neanche i telefilm di questo genere, però Agatha Christie insomma dovevo provarla a leggere visto che mi furono regalati parecchi libri che invece della spazzatura hanno trovato posto nel mio scaffale e "Dieci piccoli indiani" mi ispirava in maniera profonda ;p e nonostante la mia avversione in pochi giorni l'ho letto tutto. Piccolo ma di effetto.

10 strani inviti giungono in 10 diverse case per recarsi su Nigger Island e una filastrocca "profetica" che "predirebbe" la morte di uno per uno degli invitati, e il tutto in assenza di un investigatore principale. 

"Dieci poveri negretti
se ne andarono a mangiar: 
uno fece indigestione, 
solo nove ne restar. 
Nove poveri negretti
fino a notte alta vegliar: 
uno cadde addormentato,
otto soli ne restar. 
Otto poveri negretti 
se ne vanno a passeggiar: 
uno, ahimè, è rimasto indietro,
solo sette ne restar. 
Sette poveri negretti 
legna andarono a spaccar: 
un di lor s'infranse a mezzo,
e sei soli ne restar.
I sei poveri negretti 
giocan con un alvear: 
da una vespa uno fu punto,
solo cinque ne restar. 
Cinque poveri negretti 
un giudizio han da sbrigar: 
un lo ferma il tribunale
quattro soli ne restar. 
Quattro poveri negretti 
salpan verso l'alto mar: 
uno se lo prende un granchio,
e tre soli ne restar.
I tre poveri negretti 
allo zoo vollero andar: 
uno l'orso ne abbrancò,
e due soli ne restar.
I due poveri negretti 
stanno al sole per un po': 
un si fuse come cera
e uno solo ne restò. 
Solo, il povero negretto 
in un bosco se ne andò: 
ad un pino s'impiccò,
e nessuno ne restò."

Ci si aspetta che come la fine della filastrocca nessuno ne restò ma la Christie è la Christie cambiando le regole del gioco.
Non c'è un protagonista vero e proprio, ognuno è protagonista e ognuno ha un suo scheletro nell'armadio e voi siete pronti a scoprir come finirà!?