mercoledì 13 aprile 2016

Recensione: "La moglie del califfo" di Renée Ahdieh

Un libro che sapevo mi sarebbe piaciuto, appena l'ho preso in mano è scattato qualcosa con lui, un feeling che mi ha portato a una lettura bellissima!

La moglie del califfo

di Renée Ahdieh

Editore: Newton Compton editori
Pagine: 342
Prezzo: 10.00€

Voto: 5/5

TramaAl calar del sole sul regno di Khalid, spietato Califfo diciottenne del Khorasan, la morte fa visita a una famiglia della zona.Ogni notte, infatti, il giovane tiranno si unisce in matrimonio con una ragazza del luogo e poi la fa uccidere dopo aver consumato le nozze, prima che arrivi il nuovo giorno. Ecco perché tutti restano sorpresi quando la sedicenne Shahrzad si offre volontaria per andare in sposa a Khalid. In realtà, ha un astuto piano per spezzare quest’angosciosa catena di terrore, restando in vita e vendicando la morte della sua migliore amica e di tante altre fanciulle sacrificate ai capricci del Califfo. La sua intelligenza e forza di volontà la porteranno a superare la notte, ma pian piano anche lei cadrà in trappola: finirà per innamorarsi proprio di Khalid, che in realtà è molto diverso da come appare ai suoi sudditi. E Shahrzad scoprirà anche che la tragica sorte delle ragazze non è stata voluta dal principe. Per lei ora è fondamentale svelare la vera ragione del loro assurdo sacrificio per interrompere una volta per tutte questo ciclo che sembra inarrestabile.


Da dove iniziare... Un libro che ha il sapore d'Oriente, lo si sente dalla cura dell'ambientazione; questo palazzo principesco, arioso, delle tonalità bianco e oro, con porte intagliate, dove l'aria odora di fiori, il deserto con il sole che accarezza il viso, l'odore delle spezie. Mi sembra di passeggiare per questi saloni immensi freschi, di vedere questi abiti bellissimi colorati e pieni di gemme.
È un libro dei mille colori, che a quanto ho capito si ispira alla favola di mille e una notte che purtroppo non ho avuto il piacere di leggere ma che presto recupererò.


È una piccola gemma dalle mille sfaccettature come quelle che porta la bellissima Shahrazade che per vendicare la sua migliore amica decide di offrirsi in sposa all'uomo che l'ha uccisa, nonché il sanguinario califfo del Khorasan, Khalid che uccide tutte le mogli che prende in sposa a sorgere il sole senza che nessuno ne sappia il motivo; ma ciò che inizia per vendetta le si ritorce contro e quello che per lui inizia come una curiosità si trasforma in amore. La prima notte di nozze Shahrazad inizia a raccontare una storia al califfo interrompendosi sul più bello pomettendogli che l'avrebbe termina il giorno successivo se le concedeva di vivere un giorno in più. Lui glielo concede così riusce a sopravvivere alla prima notte e ora deve solo pensare a come fare per le successive fino a che non riesce a trovare il momento ottimale per ucciderlo e scappare.
Il loro unico ostacolo è che il loro rapporto diventa amore ed entrambi metteranno in discussione tutto ciò che è stato fino a quel momento e in discussione tutti.


Una lettura che ha un pizzico di magia, che nasconde un terribile segreto, una maledizione che esige il suo debito di sangue un amore che non è il classico amore strappalacrime, quell'amor smielato pieno di paroline dolci al chiaro di luna.. un libro affascinante con dei personaggi che sono entrati dentro, sbrindellandomi il cuore per non parlare del finale che mi ha distrutto.. la scrittrice è sadica  ;_; guardavo l'ultima pagina e mi dicevo che no non era possibileeeee!!! Ora devo aspettare che esca in Italia il secondo perché ho bisogno di tornare tra le pagine di questa fantastica storia e da questi due personaggi eccezionali che sono tra i migliori tra quelli che ho letto quest'anno. 

3 commenti:

Juliette ha detto...

Ciao Debora ^^ Felice che il libro ti sia piaciuto, anch'io l'ho adorato *__* Non vedo l'ora di poter iniziare il seguito!

Lady Debora ha detto...

Ciao Juliette è bellissimo *_* per non parlare di Khalid (mi sventolo) ;p speriamo arrivi presto in Italia con la stessa copertina celeste dell'originale del secondo che è meravigliosa *_*

Vero Ale ha detto...

Ciao, ma che bella recensione!
Io ho da poco finito di leggere questo libro e devo dire che non sapevo assolutamente che voto dargli (trovi la mia recensione qui ), perché ci sono molti aspetti positivi, come il world-building, Khalid, Despina e Jalal che ADORAVO LETTERALMENTE, la vita di corte e altri piccoli dettagli che erano assolutamente meravigliosi, contrastati da elementi diversi, come la magia buttata a caso, personaggi importanti non caratterizzati, quasi istant-love e Shahrzad soprattutto che invece non ho proprio retto.
Un libro controverso, ecco, ahah.
Un abbraccio,
Rainy