lunedì 21 novembre 2011

Recensione: Corinna. La regina dei mari

Eccomi qui a recensirvi il libro finito ieri sera e che ho adorato!


Titolo: Corinna. La regina dei mari
Autore: Kathleen McGregor
Editore: Leggereditore
Pagine: 821
Prezzo: 12,90€

Trama: Oceano Atlantico, 1662.
Una giovane donna, vestita da uomo, ga deciso di solcare i mari, per sfuggire a un matrimonio combinato che la condanerebbe all’infelicità.
Bellissima e indomabile, il volto incorniciato da una chioma rossa e selvaggia, tiene testa anche al più temibile de corsari. Il suo nome è Corinna.
Nei burrascosi mari tropicali, pirati e corsari si contendono bottini e ostaggi in feroci assalti a qualunque nave abbia la sventura di incrociare la loro rotta. Non fa eccezione il vascello su cui è imbarcata Corinna. Rapita da un uomo spregevole, la donna rimpiange il giorno in cui ha lasciato la casa paterna. Ma quando ormai ha perso ogni speranza, durante un’incursione nelle prigioni in cui è stata rinchiusa, il famigerato corsaro Dorian O’Rourke la vede e la porta via con sé. Dapprima a fianco del’affascinante uomo di cui si innamora, poi al comando di un veliero tutto suo, Corinna si trasforma in una vera regina dei mari, un capitano temuto e rispettato da tutti.

Recensione

Perfetto!
È questa la parola che mi viene in mente quando penso a questo libro, 821 pagine piene d’avventura, colpi di scena che stravolgono e tu sei li a mangiarti le unghie perché ti senti coinvolta come se al posto loro ci fossi tu. Ogni pagina, ogni parola ti tiene attaccata al libro Corinna con la sua aquila seagle, Dorian con i fedeli Walter, Johnny e Henry ti fanno amare la loro nave la Golden Lady e anche Tortuga nonostante sia un covo di delinquenti e pirati di ogni genere, la vita senza regole, senza pietà dove tutto èpossibile e con tanta libertà.
Ci sono abbordaggi, conquiste ma anche sconfitte, sesso (niente di smielato, mai), risse, alcol, bestemmie e battutine che scorrono a fiumi e i paesaggi che ti fanno sognare a occhi aperti.

Il libro inizia con Dorian O’Rourke e di come il fratello Gavin venne rapito dagli spagnoli.
Poi incontriamo Corinna Kathleen McPherson che sta scappando e si trova su una nave per poter fuggire da un matrimonio imposto dalla famiglia di cui lei non vuole averne a che fare, ma nonostante la tenacia con cui il capitano e l’equipaggio cerca di proteggerla la nave viene conquistata ancora una volta dagli spagnoli e lei viene fatta prigioniera.
Dopodichè si torna nuovamente a Dorian che dopo una lunga ricerca riesce a scovare dove è rinchiuso il fratello, cioè nelle celle sotteranee di Don Alfonso Corraya, lo stesso uomo che tiene rapita anche Corinna. Solo che lui non c’è più, ma al suo posto trova la nostra eroina lacerata e indebolita dalle frustate ricevute, così decise di portarla via con se.

Corinna è una donna forte, coraggiosa, indipendente, che veste come un uomo e non ha paura di loro, cavalca e fa tutte le cose che a quel tempo per una donna non era pensabile, come maneggiare una pistola e usare la spada e non ha paura di sparare, uccidere per difendere ciò che suo e i suoi compagni d’avventura insomma una donna degna di questo nome.
Dall’altra abbiamo un uomo impenetrabile, crudele, freddo, forte che ti incute timoro solo sentendo pronunciare il suo nome, ma anche leale verso i suoi compagni e fedele alla parola data. Un uomo che ha un infanzia segnata dalla tristezza e dal senso di abbandono e cerca vendetta per il fratello creduto morto a tutti i costi.
Insieme sono uan coppia esplosiva, all’interno del libro non ci sono scene smielate, l’amore tra di loro non nasce da una pagina all’altra ma gradualmente come normalmente è.
Le circostanze i malintesi riusciranno alla fine ad avvicinarli e grazie anche all’arrivo di qualcuno ma che non vi dirò chi è hihhii.
Ci saranno le lotte tra Dorian e Gavin che credendo di essere stato abbandonato dal fratello nelle segrete di Don Corraya, cercherà vendetta e stringerà un accordo con Don Alfonso il quale gli da una nave da combattimento ben equipaggiata, soldi, il suo nome spacciandolo per suo figlio illeggittimo in cambio della morte di O’Rourke. Gavin è felice di poterlo acconetentare e con il nome di Juan Corraya parte.
Il resto ve lo lascio scoprire da voi perché veramente questo libro deve essere gustato dalla prima pagina all’ultima.

La scrittura è fluida, scorrevole, senza punti morti o dilungamenti inutili, tutto è ben definito i punti di vista vanno cambiando così che non ci si annoia e si scopre un po’ di tutto di tutti nelle varie situazioni.
È il primo libro di una serie composta da altri 4 libri che sono:

1. Corinna. La regina dei mari
2. Cuore di pietra
3. L’Irlandese
4. La sposa spagnola
5. Notte di tempesta (racconto breve)

Non vedo l’ora!! *_*
Voto: 5/5 +

Frasi dal libro:

Il giorno che mostrerai timore sarà il giorno della tua sconfitta, un guerriero non deve temere nulla e nessuno, tranne Dio onnipotente.



Non pensare che un guerriero possa vincere perché il suo corpo è grande e possente! La spada è troppo pesante? Il pugnale può essere altrettanto  micidiale, ma devi saperlo usare!



2 commenti:

MissGabrielle ha detto...

Mamma mia che recensione ! Mi hai fatto venir voglia di correre in libreria a comprarlo !
Ciao

Lady Debora ha detto...

Mi fa piacere che ti sia piaciuta ^^