domenica 19 aprile 2015

Recensione: "Prima del futuro" di Jay Asher e Carolyn Mackler

Buona domenica lettori... qui da me è tornato il tempo brutto uffa perciò passerò questo pomeriggio a casa del mio sposo a leggere sul divano mentre lui guarda la formula 1...
Recensione breve perchè sinceramente non ho trovato molto da dire su questo libro... >.< e per stasera ne ho programmata un'altra ^^

Prima del futuro
di Jay Asher e Carolyn Mackler

Editore: Giunti
Pagine: 400
Prezzo: 12,00€

Voto: 3-/5

TramaÈ il 1996, la velocità della connessione arranca rumorosamente a 56kb, la rete è quasi vuota, è ancora uno strumento per pochi, una sorta di nuova stregoneria tecnologica. Josh e Emma si conoscono fin da quando erano piccoli, sono sempre stati amici inseparabili, poi Josh ha tentato di baciare Emma e le cose si sono complicate. È parecchio tempo che non si vedono, il giorno in cui Josh suona il campanello di casa della ragazza e le porge imbarazzato un cd­rom di America on line. È arrivato come omaggio per posta, ma loro non hanno il computer. Emma invece ha un fiammante pc con Windows 95, ma non ha internet. Quando Emma riesce finalmente a connettersi, accade qualcosa di inspiegabile. Per una strana alterazione nella barriera spazio­temporale appare sullo schermo una misteriosa pagina bianca e blu con una scritta sconosciuta: facebook. C'è la foto di una donna sui trent'anni con un volto familiare, troppo familiare. C'è il suo nome, Emma Nelson e la sua stessa data di nascita. Si è aperto un pericolosissimo portale sul futuro in grado di cambiare, in un'indimenticabile settimana di delirio, il presente, i sentimenti e il destino di Josh e Emma.

Recensione

Che cosa fareste voi se un giorno navigando su internet incappate in un logo mai visto di un programma (nel caso del libro Facebook) e vedreste la vostra vita nel futuro e peggio ancora che ogni decisione che prenderete si ripercuote in contemporanei con gli stati, le foto, gli aggiornamenti, la situazione sentimentale di voi del futuro? 

E' proprio ciò che succede ad Emma e Josh nel 1996 quando avere un pc era per pochi e avere una connessione era per pochi, e se la avevi era la connessione attaccata al telefono che rumoreggiava e andava talmente lento che potevi farti una dormita che quello ancora non aveva finito.. ed è proprio navigando che scoprono Facebook e poverini quello che vedranno in quella settimana li manderà in panico e delirio manco ci fosse la fine del mondo.
Però a pensarci bene anche io mi troverei in confusione e agitazione se potessi vedere il mio futuro e scoprire che non sarà esattamente florido come ho sempre desiderato...

Un libro scorrevole e carino il tipico libro che non ti impegna la testa con chissà quale argomento serio o con uno stile incasinato alla Dan Brown per intenderci.
Non è un capolavoro, diciamo che è per un pomeriggio ozioso anche se a volte avrei schiaffeggiato Emma per il suo comportamento infantile ma va bhè.. comunque a conti fatti non è un libro che vi sconsiglio ma neanche vi consiglio, visto che c'è molto di meglio, ma guardiamo il lato positivo.. c'è assolutamente di peggio in giro XD
Lo avete letto voi?

1 commento:

Rowan ha detto...

L'ho letto un paio d'anni fa, quando la Giunti lo aveva appena tradotto, perché avevo da poco letto "13", dello stesso autore, ed ero curiosa. Anche a me non è piaciuto chissà, è una lettura piuttosto banale, anche se non pessima.. l'ho scambiato una volta finito :)