domenica 14 giugno 2015

Recensione: "L'anello dei Faitoren" di Emily Croy Barker

Buona domenica lettori... qui da me fa caldissimo e penso di passare il pomeriggio leggendo come ho fatto anche questa mattina in attesa del ritorno del mio sposo che è stato via in questa settimana ma spero che voi state beatamente al mare a fare le lucertoline e a farvi il bagno anche per me ^^ intanto per chi è a casa vi lascio la mia recensione al libro per cui ringrazio la Giunti per avermi omaggiato di una copia :)


L'anello dei Faitoren
di Emily Croy Barker

Editore: Giunti

Genere: Fantasy
Pagine: 624
Prezzo: 16,00€

Voto: 3/5



Trama: A Nora le cose stanno andando decisamente per il verso storto: la sua tesi di laurea è nelle sabbie mobili e il suo fidanzato ha appena preso un aereo per comunicarle che la loro storia è finita. Dopo averlo rivisto a un matrimonio in compagnia della sua nuova fiamma, sconsolata Nora si allontana vagando per i boschi quando improvvisamente si imbatte in una lapide con un’iscrizione misteriosa. Poche frasi e Nora si ritrova a sua insaputa nel regno di Faitoren, dove tutto è bellissimo, più brillante, più colorato, più caldo… ma Illissa, la mondana regina che ha preso la ragazza sotto la sua ala, nasconde ben altre intenzioni. E quando Nora se ne accorge, non può far altro che rivolgersi al mago Aruendiel, il saggio detentore delle arti magiche e acerrimo nemico di Illissa… Riuscirà Nora a sciogliere l’incantesimo più potente, quello dell’anello che il figlio di Illissa le ha messo al dito? E a tornare nel mondo reale?




Devo premettere che questo libro mi ha dato filo da torcere visto che per le prime 100/150 pagine io e lui abbiano fatto prendi e chiudi a causa della sua immane lentezza e noiosità per poi andare meglio fino alla fine.

Nora ha 30 anni e in occasione di un matrimonio in montagna trova casualmente andando a fare una passeggia un vecchio cimitero e dopo aver letto una lapide si ritrova catapultata in un altro mondo dove i mostri ovvero i Faitoren, anche se lei se ne accorgerà troppo tardi, e la magia non sono cose fa libri di favole ma la realtà. Si ritrova nel regno di Ilissa, appunto una Faitoren, circondata da sfarzi, bellezza, balli sontuosi, vestiti degni di una principessa, amata e coccolata da tutti, e purtroppo troppo tardi capirà che tutto li è un inganno della magia e quando incontrerà il mago Auriendel chiederà il suo aiuto e la sua protezione per scappare da Ilissea e Raclin il figlio di lei con cui si è sposata sotto inganno della magia.
Auriendel, la porterà nel suo castello e la inizierà sotto richiesta insistente di Nora a imparare la magia vera. 

Diciamo che questo è un riassunto alla grande della parte introduttiva del libro anche se ho tagliato alcuni passaggi tra un avvenimento e l'altro proprio perché questa parte è quella che a mio avviso è troppo troppo noiosa e un libro di 600 pagine richiede l'abilità di tenere vivo l'interesse del lettore perché se non fosse che per rispetto della CE lo avrei abbandonato senza rimpianti anche se poi con il passare delle pagine mi sono ricreduta e la storia assume un ritmo più coinvolgente anche se a tratti rimane lento perché l'autrice si sofferma troppo sulla vita quotidiana a castello che potrebbe essere sfoltita tranquillamente rendendo più fluida la storia. 
Ci sono troppo pochi colpi di scena, la parpaparte avventurosa è relativamente tranquilla non ci sono parti dove l'azione si fa adrenalinica. Questo è un romanzo con parecchie potenzialità che però non sono state sfruttate al meglio anche se alla fine è un libro discretamente buono e che vale la pena leggerlo per qualche pomeriggio tranquillo per chi ama il genere fantasy. 
Per chi si aspetta una storia d'amore devo dirvi che proprio non la troverete più volte durante la lettura ho sperato che ci fosse un qualche tipo di avvicinamento che non c'è mai stato. Il finale è molto aperto ti lascia un po' con l'amaro in bocca della curiosità perché la protagonista lascia aperte delle considerazioni che fanno presupporre a un futuro continuo della storia oltre al fatto che alcune cose non sono risolte nella realtà parallela. 
Con la protagonista non è che io abbia instaurato chissà quale feeling ma mi è piaciuto molto la figura ldel mago Auriendel, la sua storia, quello che è, il suo comportamento e la maga Hirizjahkinis su cui avrei voluto sapere di più.

Tirando le somme posso dire che è un libro carino e piacevole da leggere, un po' troppo prolisso e noioso talvolta, leggerò sicuramente il suo continuo per sapere come continua sono curiosa e spero che l'autrice non si perdi in un bicchier d'acqua come è successo in questo volume perché le premesse per una buona riuscita ci sono tutte :) 


8 commenti:

Rowan ha detto...

Io l'ho ODIATOOO.. 1 stella è anche troppo come voto xD

Dreaming Fantasy ha detto...

io ho fatto davvero fatica a finirlo, ci sono un sacco di parti che potevano essere tagliate e ho odiato la protagonista!

Ilenia T.D. Lemon ha detto...

Ne ho sentito parlare davvero male e quindi non penso lo leggerò!

Lady Debora ha detto...

Sì ho letto la tua recensione infatti nel complesso non è un libro che in futuro rileggerò o comunque consiglio di leggere...

Lady Debora ha detto...

Assolutamente si potevano tagliare molte scene sopratutto quando ci dice infinitamente le sue giornate al castello senza che succeda nulla... ho impiegato più di un mese a finirlo l'inizio è uno dei più noiosi letti in vita mia mamma mia leggere 100 pagine è stato un parto ahahhahahahahhah la protagonista non ha fatto impazzire neanche me ma ho notato che a tutti sta sulle scatole non siamo le sole XD

Lady Debora ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Lady Debora ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Lady Debora ha detto...

È un libro di cui si può fare assolutamente a meno c'è di meglio... la lentezza di certe parti è veramente snervante oltre alla protagonista che non è proprio una campionessa di simpatia però se magari te lo prestano o che puoi provare a leggerlo e vedere se ti piace ma 16€ indubbiamente non li vale :)