giovedì 3 marzo 2016

Chi ben comincia... #125: "Guida astrologica per cuori infranti" di Silvia Zucca

Chi ben comincia... è la rubrica ideata dalla carissima Alessia del blog Il profumo dei libri che ringrazio perchè questa rubrica mi piace tantissimo e poi non so vi può essere utile per stuzzicare la vostra curiosità ^^ Questa rubrica la posterò ogni giovedì ^_^... In che cosa consiste?


-Apri un libro a caso dalla tua libreria
-Riporta le prime 10, 15, 20 frasi dell'inizio del libro

-Aspetta i commenti.


Questo libro mi ha conquistata come il suo predecessore "Io uccido" di Faletti che praticamente lo sto raccontando a chiunque mi dia un minimo di ascolto ahahahah XD e l'ho dato da leggere a mia sorella pure. Comunque ritornando a questo libro veramente spassoso, voglio condividere con voi il suo incipit che a me personalmente ha catturato subito :)


Ci sono giorni in cui te lo senti nelle ossa. Ti svegli e hai la certezza che niente gira per il verso giusto, che faresti bene a restare a letto voltarti verso il muro e tirarti piumone sopra la testa. In un film, sarebbe la mia voce fuori campo a dire che non ho voglia di alzarmi, e che invece vorrei prendere da sotto il letto la scatola sulla quale ho scritto: kit di sopravvivenza.
Nel mio kit di sopravvivenza oltre una foto degli addominali di Hugh Jackman caramelle gommose è un sacchetto di mais pronto diventare pop corn ci sono quei film ancora rigorosamente in VHS che non dovrebbero comparire nella videoteca dell'appassionato di cinema per la quale mi spaccio... In barba alla tripla K, che non sta per Ku Klux Klan, ma per Kubrick, Kiarostami e Kusturica, i cui cofanetti fanno bella mostra dalla Billy Ikea del mio salotto, sotto il letto nascondo pellicole scottanti come Notting Hill, Dirty Dancing, Pretty Woman e Ghost. È vero quando tutto gira storto, mi faccio un overdose di zucchero formato celluloide. Perché proprio quei film, in generale commedie romantiche degli anni '80 e '90? Perché sono un'eterna bambina, e quelle pellicole sono per me come la Madeleine di Proust. Già dalle prime inquadrature, riesco a raccogliere nel mondo protette sicuro della mia infanzia. Mi fanno pensare che nella vita ci sia un ordine e che, anche quando tutto sembra andare male, un lieto fine sia lì, appena dietro l'angolo, al minuto 120, giusto in tempo per i titoli di coda. Oggi è uno di quei giorni. Lo so non appena apro gli occhi alla mente della sveglia. Sono tentata. Molto tentata. Ma, ovviamente, i giorni da kit di sopravvivenza hanno la tendenza a manifestarsi lunedì, quando al lavoro hai la riunione di importanza paragonabile solo un vertice dell'Onu. E sì che ieri sera un po' lo sapevo che spararsi in endovena se mi lasci ti cancello non sarebbe stata una buona idea.

-Guida astrologica per cuori infranti di Silvia Zucca - 

1 commento:

Tatihyana ha detto...

Hai destato in me moltissima curiosità con questo piccolo pezzettino del libro. Lo metto proprio in WL!
P.S. Nel mio blog è in corso un GA, se ti va di dare un'occhiata puoi passare QUI!