giovedì 7 febbraio 2013

Chi ben comincia... #15


Chi ben comincia... è la rubrica ideata dalla carissima Alessia del blog Il profumo dei libri che ringrazio perchè questa rubrica mi piace tantissimo e poi non so vi può essere utile per stuzzicare la vostra curiosità ^^ Questa rubrica la posterò ogni giovedì ^_^... In che cosa consiste?

-Apri un libro a caso dalla tua libreria
-Riporta le prime 5, 10, 15 frasi dell'inizio del libro
-Aspetta i commenti.


L'incipit che voglio leggere con voi in questo giovedì è un libro uscito un po' di tempo fa e che ho desiderato tantissimo... e sopratutto ha riscosso parecchio successo ^_^ e devo dire che promette una lettura dal gusto dolce *_*

***


Josey si svegliò, vide la brina leggera sul vetro della finestra e sorrise. Finalmente faceva abbastanza freddo per indossare cappotti lunghi e collant. Faceva abbastanza freddo per le sciarpe e le camicette portate a strati, stile mimetica. Faceva abbastanza freddo per il cardigan rosso portafortuna, che era convinta avesse un potere speciale. Josey adorava quel periodo dell'anno. L'estate era una scocciatura, con quegli abiti leggeri in cui fingeva di sentirsi a proprio agio, nonostante fosse sicura di sembrare una pagnotta di pane bianco con la cintura. 
Il freddo era un tale sollievo. Josey andò alla finestra. La magnifica lucentezza della brina, simile a zucchero, ricopriva ogni cosa, e dai camini nella valle sotto la cittadina turistica si sollevava fumo bianco. Eccitata, Josey aprì la finestra, ma il telaio a ghigliottina si incastrò a metà e lei dovette picchiare con il palmo della mano per sollevarlo del tutto. Infine si aprì, facendo entrare l'aria pungente di inizio novembre, che avrebbe messo in fermento la cittadina in previsione dei turisti che il freddo portava sempre sulle alte montagne del North Carolina.
Josey sporse la testa fuori e inspirò profondamente. Se avesse potuto mangiare l'aria fredda l'avrebbe fatto. Trovava che le ondate di freddo improvviso fossero come biscotti, come quelli allo zenzero. Nella sua mente avevano pezzetti di cioccolato bianco e una glassa fresca e croccante alla vaniglia. Le si scioglievano in bocca come neve, diventando caldi e cremosi.

- Giorni di zucchero, fragole e neve di Sarah Addison Allen -

5 commenti:

..Mary.. ha detto...

Bellissimo questo libro.. è un libro magico, che fa sognare, ma ti tiene con i piedi per terra!! è davvero dolce!!
adoro questa autrice!!!

Lady Debora ha detto...

Non vedo l'ora di poterlo leggere ogni volta rimando e fin'ora nonostante li abbia quasi tutti i suoi libri, non ne ho letto uno >.<

Lady Debora ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Alessia ha detto...

Debora, sei che ho comprato questo libro proprio oggi? Ho sentito dire da molti che la Addison Allen è un'autrice meravigliosa e così mi sono fatta trasportare dalla foga e ho comprato questo libro. Spero proprio mi piacerà, ma già dall'incipit posso dire che ne sono quasi certa *_*

Lady Debora ha detto...

Infatti li ho presi per lo stesso motivo e anche io non vedo l'ora di iniziarlo già dalla prima pagina promette bene ^^