mercoledì 26 giugno 2013

Recensione: Ultimamente mi sveglio felice

Stasera sono veramente di poche parole, perciò vi lascio alla recensione :)

Titolo: Ultimamente mi sveglio felice
Autore: Lisa Corva
Editore: Baldini & Castoldi Dalai
Pagine: 236
Prezzo: 14,90€

Trama: La protagonista? Ha le unghie dipinte di blu, si veste sempre con qualcosa che luccica, e dorme con due cellulari sul cuscino. Quan­ti anni ha? Non importa. L’importante è che sogna di innamo­rarsi, ancora. Forse per questo legge ogni giorno, su un giornale distribuito in metropolitana, una poesia. La legge come se fosse un oroscopo, come se predicesse il futuro. Perché ha appena in­contrato un uomo su Facebook…
Un libro sulla reversibilità (e irreversibilità) dell’amore, su etero che diventano gay (ma non viceversa), profumi che sanno di de­sideri sospesi, madri post-hippy in ospedale e badanti clandestine che piovono dal cielo. Ma soprattutto sull’amore ai tempi di Face­book. L’amore chiuso dentro un iPhone.

Recensione

Senz'altro Ultimamente mi sveglio felice è un libro particolare, così come lo stile di scrittura!
Della protagonista si sa poco, anzi niente fino a quasi fine libro sappiamo solo che lei ha le unghia pitturate di blu e che si veste sempre con qualcosa che luccica, paillette da per tutto su ogni cosa perfino all'interno della fodera della borsa li ha cuciti, una sorta di porta fortuna, di luce in mezzo alla tempesta della sua vita, che riscalda il letto prima di andare a dormire con il phone e che sul cuscino immancabilmente ci sono i suoi 2 cellulari. Non si sa come è fatta, i suoi anni, nulla nulla. Poi alla fine scopriremo che si chiama Asmara, ma lei preferisce Benedetta...
Lei ha un lavoro a Londra che adora, ovvero crea profumi e fa la spola tra Milano e Londra.. ma Asmara nella sua vita e alla continua ricerca dell'amore, quello che ti fa battere il cuore ed essere felice, quell'amore che la faccia sentire a casa, fatto si colazioni insieme e del letto riscaldato in due e non con il phone, così che la seguiamo come se fossimo una terza persona da fuori nel suo mondo di pensieri.
Un libro introspettivo in cui dialoghi si possono contare sulle dita della mano.. io lo definisco un romanzo "serio".
Conosciamo l'animo di Benedetta/Asmara che ha vissuto sempre con la mamma, una femminista sfegatata che non le ha mai dimostrato affetto con baci e carezze, quella figura paterna di cui sente la mancanza anche se non sa nemmeno chi sia suo padre, l'affanno di una vita quotidiana, fatta di lavoro, pseudo-amici di facebook e di uno strano oroscopo che legge ogni mattina, ovvero una poesia, una frase che in qualche modo le augura il buon giorno e si integra con la sua vita e di un amore che va, di illusioni che ci feriscono.

Un libro come ho già detto particolare, che però non ho saputo apprezzare a pieno, sarà forse con in questo periodo ho bisogno di letture-svago ma non mi ha lasciato nulla.. c'è è bello per carità però non è scattata quella scintilla, quel qualcosa che mi faccia emozionare, sognare, entrare in sintonia con la protagonista nella sua vita. Mi sentivo al di fuori, come lo era la voce che ci parlava di questa strana ragazza dalle unghia dipinte di blu.

Non mi sento di sconsigliare questo libro, ma se anche voi avete bisogno si letture svago questo libro non fa al caso ^_^

Voto: 2.5/5

4 commenti:

Silvia Leggiamo ha detto...

Peccato :( la trama sembrava carina

Lady Debora ha detto...

Caruccio lo è.. dipende dai gusti e da che lettura cerchi ^^

Lorenza Marabelli ha detto...

La trama me lo aveva quasi fatto infilare in WL... Ma ho proprio bisogno di letture svago quindi per sta volta lascio perdee ^^

Lady Debora ha detto...

magari se lo trovi usato o a poco prezzo potresti prenderlo per leggerlo in futuro ;p