martedì 24 maggio 2016

Recensione: "All'improvviso a New York" di Melissa Hill

Avete presente quando un libro vi è piaciuto, a distanza di tempo addirittura lo ricordo nitidamente, io che scordo la metà dei libri che leggo, però non ho idea di cosa dirvi nella recensione?! Ditemi che succede anche a voi, che la strana non sono io... questa cosa mi sta capitando con All'improvviso a New York, ho accennato alla trama, una piccola impressione generale e poi buuuu non so proprio che raccontarvi, nonostante vi ripeto non mi sia affatto dispiaciuto, anzi. 
Perciò beccatevi sta mini recesione senza senso XD

All'improvviso a New York
di Melissa Hill

Editore: Rizzoli
Genere: Contemporaneo
Pagine: 411
Prezzo: 16,00€

Voto: 3.5/5

Trama: Darcy Archer lavora in una piccola libreria indipendente di Manhattan. È una sognatrice: non è disposta ad accontentarsi e a trentatré anni aspetta l'arrivo del Vero Amore, quello che abita nei suoi adorati romanzi. Un giorno di dicembre, sfrecciando in bicicletta per le strade innevate della città, travolge un uomo che le sbuca davanti all'improvviso. Quando Aidan Harris viene portato via dai paramedici, sul marciapiede rimangono il suo cane e un pacco misterioso. In preda ai sensi di colpa, Darcy fa di tutto per ricongiungere il cane, un adorabile husky di nome Bailey, al suo padrone e quando scopre che nell'incidente Aidan ha perso la memoria, le cose si complicano. Inizia cosi l'indagine di Darcy che, decisa ad aiutarlo a ritrovare la sua identità, si lascia trascinare da Bailey attraverso una New York natalizia, vibrante di luci e colori, fino a un lussuoso appartamento nell' Upper West Side. Qui raccoglie indizi preziosi sulla vita dello sconosciuto, che sembra fatta di viaggi esotici, sport estremi e bellissime donne, e trova la stanza dei suoi sogni: una biblioteca privata colma di preziosissime prime edizioni. Mettendo insieme le tessere del puzzle, la sua vivida immaginazione costruisce un ritratto di Aidan incredibilmente somigliante al suo uomo ideale. Ma le sue fantasie corrispondono alla realtà? E cosa succede quando la realtà è ben diversa da quanto sembra?



Una commedia romantica, leggera e frizzante dove si respira l'aria natalizia newyorkese, con la sua frenesi, i suoi bar dove pranzare insieme, le sue mille luci e mille colori,ì
 Darcy Archer lavora in una libreria e ama follemente il mondo fatto di carta e cerca l'amore come quello dei suoi libri e mentre va a lavoro di fretta con la sua bicicletta passa travolge un uomo e il suo cane. Solo
che quest'uomo al suo risveglio in ospedale non ricorda assolutamente chi sia, dove abiti e se c'è una famiglia che lo attende, ricorda solo il cane che portava a spasso e Darcy per farsi "perdonare" decide di aiutarlo a ritrovare se stesso e di accogliere il cane fin tanto che lui non potrà occuparsene perchè ricoverato. E leggeremo i due punti di vista: da una parte quella di Darcy che si cimenta a farle Sherlock Holmes e una parte quella di Aidan che cerca di rimettere insieme i pezzi dei suoi ricordi nei giorni prima dell'incidente.

Una storia rilassante adatta con le tinte invernali natalizie anche se praticamente con questo tempo non ci siamo molto lontani, una storia molto simpatica che strappa sorrisi, piena di equivoci, una vera e propria caccia al tesoro.

  

1 commento:

La mia caotica libreria ha detto...

Ciao! Curiosando qua e là ho trovato il tuo blog, è davvero molto bello, complimenti! Anche a me succede di ricordare con piacere un libro ma, al momento di scrivere...vuoto! ;-) Se ti va di passare a trovarmi mi trovi http://lamiacaoticalibreria.blogspot.it