venerdì 18 settembre 2015

Tappa presentazione di uno dei personaggi del romanzo: “Di carne e di piombo” + Recensione libro

Innanzitutto ringrazio l'autrice Sagara Lux per avermi contattato e per avermi fatto leggere il suo libro *_* rimanete nei paraggi perchè il 30 ci sarà un altro appuntamento qui al salottino con questo libro, per scoprirne di più!!!!

Di carne e di piombo
di Sagara Lux

Editore: Selfpublishing
Genere: Romantic Suspense
Pagine: 270
Prezzo: 2,99€ ebook – 9,90€ cartaceo

Voto: 4-/5

Data di uscita: 23 settembre 2015

Trama: Il corpo non mente. Amanda lo sa bene. Interpretare i gesti e le parole delle persone è il suo mestiere, ma nonostante questo appena si imbatte in Darren Swan non può fare a meno di sentirsi ingannata. Da se stessa.
La verità non fa male.
Truffatore. Ladro. Assassino. Darren Swan sa bene cos'è, ma nonostante questo nei suoi silenzi e nelle pieghe della sua anima Amanda scorge qualcosa che la spinge a studiarlo, a guardarlo.
Ad amarlo.
Tutto ha un prezzo.
Il giorno in cui Darren evade dal carcere in cui è rinchiuso accade qualcosa di impossibile.
Amanda avrà un'unica occasione e un'unica vita per entrargli nella mente e nel cuore; per portare a galla verità nascoste così a lungo da venire dimenticate e per riaprire ferite destinate a cambiare per sempre le loro vite.


Quando Sagara mi ha proposto di leggere questo libro non sapevo proprio cosa avrei letto e per capire insomma se più o meno mi sarebbe potuto piacere ho letto il primo capitolo ed è stato amore a prima 'lettura'.
Partiamo dai protagonisti e sopratutto da lui.
Darren. Beh che dire è un protagonista che difficilmente le autrici rischiano a usare perché lui rimane quel che è per l'intero libro, senza fronzoli, senza delicatezza, senza morbidezza. È come una tavola di cioccolato duro, che per scorgerne la bontà devi farlo sciogliere pazientemente in bocca. Ahahhahahahhahahah mamma mia che paragoni XD lui rimane il freddo, implacabile, duro, aggressivo, Darren l'oscuro, pieno di segreti e un passato brutale e violento sempre senza smentirsi, e non è perché si innamora di Amanda allora diventa tutto coccole e tenerezza, anzi e ho apprezzato questa linea ben delineata senza sbalzi di carattere da una pagina all'altra per l'entrata in scena di una gonnella.
È quel protagonista che o lo odi o lo ami.. io l'ho adorato in tutto e per tutto! Ho adorato la sua durezza, il suo amore incondizionato per sua figlia Dorothy. Per lei lui farebbe carte false, come amm.... (no non ve lo dicoooo ahahahhahahahah crudele meee!) per lei lui evade, per lui esiste solo lei e tutto il resto è e sarà per sempre in secondo piano.
Quest'uomo duro, ma che interiormente desidera qualcuno che ci tenga a lui, qualcuno di cui potersi fidare finalmente senza riserve, senza essere tradito come hanno fatto tutte le persone che gli sono state vicine in passato. Un uomo solo fondamentalmente, che concentra il suo mondo appunto in Dorothy e ora anche su Amanda, per cui prova amore e timore e attrazione. Senza dubbio il personaggio di Darren è quello che per me, naturalmente, è quello meglio riuscito tra tutti, per i suoi tratti caratteristici. È quello che ha più impatto emotivo sia che ti stia antipatico o simpatico, che occupa la scena e la fa muovere. Lui è l'orbita intorno al quale si muovono tutti gli altri e la scrittrice è stata brava a renderlo degno del ruolo e delle aspettative che insomma uno si fa incontrandolo nelle prime pagine.
Devo dire che è il prototipo di protagonista che io non riesco a non amare. ^^

Dorothy è una bimba adorabile. Che ama suo padre, che lo vede come il suo eroe, come l'uomo perfetto, che mantiene le promesse che fa e che vede in lui un punto fermo nella sua breve vita. Questa bimba ha un ruolo centrale ma poi nella pratica non lo è fisicamente. Mi spiego. Viene nominata sempre, è in tutto quello che Darren e Amanda fanno, ma a conti fatti le scene dove lei realmente c'è e interagisce sono poche e semplici insomma. Non la si riesce a conoscere più a fondo, ma solo superficialmente, la conosciamo con gli occhi di un papà innamorato.

Amanda. Lei è il mio punto dolente.
Non l'ho apprezzata granché. Sarà che non ho condiviso le sue scelte, alcune sue decisioni. Non puoi amare un uomo e dire di accettarlo così com'è insieme al suo passato per poi scoprire alcuni dettagli e condannarlo e avere dubbi e 'metterlo alla gogna'. Io la vedo o tutto o niente. Se lo ami per me è amarlo con tutto il pacchetto di bello e di brutto. Naturalmente capirete da voi che oggettivamente questo non è un difetto del libro, ma una mia sensazione con lei, un feeling mal scattato. Ognuno nella sua mente durante la lettura si farà un'idea soggettiva dei protagonisti, magari io adoro Darren e un'altra lo ammazzerebbe di botte per dire.

Poi ci sono quelli secondari che bah a me non hanno fatto né caldo o freddo, anche se a Meredith avrei dato una bastonata sui denti da farglieli cadere.. ahahahha punti di vista. Probabilmente gli altri li conosceremo meglio nei volumi successivi come Genz.
Per il resto ho trovato la lettura piuttosto scorrevole a parte in due o tre punti ma nulla che sia da sonnifero! Una storia che non è che ha grandi colpi di scena, ma devo dire che mi ha coinvolta e incuriosita. Ogni volta mi dicevo l'ultima pagina e poi chiudo e mi ritrovavo a macinare capitoli perché volevo scoprire come si evolvevano le cose. Ora aspetto solo i continui ;)

*** *** *** *** *** *** ***

Personaggi

Il personaggio che il mio blog ospiterà oggi è proprio Dorothy e credo che queste poche righe qui sotto spieghino perfettamente quello che ho provato a fare io sopra in 50 righe (non lo so quante ne sono in realtà ahahhha) :) Buona lettura!

DOROTHY


Dorothy è la figlia di Darren Swan; il suo tutto.
È il centro della storia e del suo mondo. È una bambina di soli quattro anni a cui il padre è stato tolto all'improvviso, e senza alcuna spiegazione. Vive in un contesto difficile, ma è forte e in fondo al suo cuore sa che non ha nulla da temere, perché il suo papà non smetterà mai di guardarla.

«Qual è la cosa a cui tieni di più, Darren?»
«Ha i miei occhi. Ha solo quattro anni e mia moglie ha detto che non la rivedrò mai più.»
«Tu faresti di tutto per lei, vero?»
«Di più. Io ucciderei per lei.»

Le parti della storia in cui compare Dorothy sono le mie preferite, perché porta una luce e una dolcezza infinita nella realtà violenta di Darren Swan. Lei è una delle tre stelle che Darren ha tatuate sul polso, è la persona per lui più importante.
Grazie a lei anche l’atto più turpe può divenire giusto e questo perché, se c’è una cosa di cui Darren è fermamente convinto, è che la vita di sua figlia vale il prezzo di qualsiasi colpa.
E voi? Fin dove sareste disposti a spingervi pur di salvare la persona a cui tenete di più al mondo?

Canzone abbinata: Piccola stella senza cielo, Ligabue



DorothyCalendario blog partecipanti e personaggi:

Amanda - Briciole di Parole
http://bricioleparole.blogspot.it/

Genz - Camminando tra le Pagine
http://camminando-tra-le-pagine.blogspot.it/

Meredith - Fantasticando sui Libri
http://fantasticandosuilibri.blogspot.it/

Dorothy - Happy Red Book
http://happyredbook.blogspot.it/

Darren - Harem's Book

http://www.haremsbook.com/


2 commenti:

Sagara Lux ha detto...

Ciao Debora,
sono io che ti ringrazio per avermi letto e per avermi concesso il tuo tempo <3
Ognuno dei personaggi di "Di carne e di piombo" è fatto a modo suo, così come ogni persona messa davanti alla stessa situazione (soprattutto se estrema) reagisce in una maniera diversa.
Amanda ha fatto determinate scelte spinta dal desiderio di non abbandonare l'uomo di cui era innamorata, ma non significa che abbia fatto bene e questo, forse, è uno dei motivi che spinge a leggere questa storia fino alla fine per scoprire cosa succederà...
Un abbraccio grande, grazie, Sag ;)

Lady Debora ha detto...

Infatti ho specificato che è un mio pensiero e non un difetto del libro proprio perché ognuno ha un suo modo di vedere le cose :) non vedo l'ora di leggere i prossimi tuoi libri!!! ^^