giovedì 6 marzo 2014

Chi ben comincia... #62

Chi ben comincia... è la rubrica ideata dalla carissima Alessia del blog Il profumo dei libri che ringrazio perchè questa rubrica mi piace tantissimo e poi non so vi può essere utile per stuzzicare la vostra curiosità ^^ Questa rubrica la posterò ogni giovedì ^_^... In che cosa consiste?

-Apri un libro a caso dalla tua libreria
-Riporta le prime 5, 10, 15 frasi dell'inizio del libro
-Aspetta i commenti.


Buon piovoso giovedì lettorii!!! Come state?? Io malissimo raffreddore e mal di gola che non vi dico, poi c'è la pioggia e il freddo e il quadro è completo per fortuna sto facendo delle ottime lettura che mi rincuorano ^^ ahahahahah l'incipit di oggi è del libro che ho finito ieri sera e che ho adorato pagina per pagina, di cui comprerò sicuramente il cartaceo per tenerlo nella mia libreria... 

*** *** ***

I domestici li chiamano malenchki, piccoli fantasmi, perchè erano i più piccoli e i più giovani e perchè infestavano la casa del Duca proprio come fantasmi: ridacchiavano e sgusciavano velocissimi dentro e fuori dalle stanze, si nascondevano nella dispensa a origliare, entravano furtivamente in cucina per rubare l'ultima pesca dell'estate. Il bambino e la bambina erano arrivati a qualche settimana di distanza l'uno dall'altra, altri due orfani della guerra di frontiera, rifugiati dalla faccia sporca, raccolti tra le macerie di città lontane e portati nella tenuta del Duca per imparare a leggere e a scrivere e anche un mestiere. Il bambino era basso e robusto, timido ma sempre sorridente. La bambina, era diversa, e sapeva di esserlo. Rannicchiata nella dispensa della cucina ad ascoltare i pettegolezzi dei più grandi, sentì Ana Kuya, la governante del Duca, che diceva: <<E' uno sgorbio, è piccola e brutta. Nessun bambino dovrebbe essere così. Pallida e acida, come un bicchiere di latte andato a male.>>
<<E tutta pelle e ossa!>> sbottò la cuoca. <<Non finisce mai quello che ha nel piatto.>>
Accovacciato accanto alla bambina, il bambino si girò verso di lei e le sussurrò: <<Perchè non mangi?>>.
<<Perché quello che cucina sembra melma.>>
<<A me piace.>>
<<Tu mangeresti qualsiasi cosa.>>
Accostando nuovamente l'orecchio alla fessura della dispensa. Un attimo dopo, il bambino bisbigliò: <<Io non ti trovo brutta.>>
<<Ssst!>> fece la bambina. Ma nascosta nella fitta ombra della dispensa, sorrise.

- Tenebre e ghiaccio di Leigh Bardugo -

***

Ho scritto parecchio, ma il bello ancora non viene questa è solo una piccola introduzione (anche se nel libro continua) per farci conoscere i due protagonisti quando erano piccoli, come è iniziata la loro amicizia e quando già era profondo dall'inizio il loro attaccamento l'uno l'altro.
Bello, bello, bello! E voi lo avete letto questo libro??

4 commenti:

serena ha detto...

E' decisamente in WishList, attendo solo che arrivi in biblioteca

Lady Debora ha detto...

*_* spero ti piaccia ^^

Giusy P. ha detto...

*---* voglio leggerlo da tantissimo tempo, cosa mi ferma ancora non lo so!

Lady Debora ha detto...

Succede che vogliamo leggere un libro ma ancora "non ci chiama" vedrai arriverà il suo momento ;p