lunedì 17 marzo 2014

Recensione: "Miss Alabama e la casa dei sogni" di Fannie Flagg + veloce recap project

Buon pomeriggio cari che fate di bello?? Oggi qui da me è l'ennesimo bellissimo giorno di sole caldo che è proprio piacevole nonostante il venticello ^^ si avvicina l'estate che meraviglia *_*
Il project sta procedendo bene, ho letto 7 libri anche se uno era una novella... proprio ieri ho finito "Bianco e Nero II. I draghi del potere" ma ancora non mi capacito che ho finito questo magnifico libro ç_ç già mi mancano le Terre di Arret e Gilbert!!!
Ho iniziato "Silver" della Gier e mi sta piacendo molto anche se sono solo al 4 capitolo e non succede ancora nulla di memorabile ^^ e " Una strana contessa" della Beverley e anche questo mi sta piacendo :) Voi che state leggendo invece?? Stasera invierò le email della tbr di febbraio, scusatemi me ne ero dimenticata tra una cosa e un'altra é_é chiedo venia... ^^
Intanto vi lascio la recensione del primo libro di Fannie Flagg che ho letto e promosso a voti alti e che vi consiglio caldamente! ;p

Miss Alabama e la casa dei sogni
di Fannie Flagg

Editore: Bur
Pagine:
Prezzo: 9,90€

Voto: 4/5


Trama: Maggie Fortenberry ha una vita apparentemente perfetta : porta splendidamente i suoi sessant'anni, ha successo nel lavoro, è elegante e simpatica a tutti. In realtà è profondamente infelice. Ex Miss Alabama, dei suoi sogni di ragazza Maggie ha realizzato ben poco : non vive in una villa grandiosa con un marito devoto e una nidiata di figli,e, per ironia della sorte, come agente immobiliare è costretta a vendere ad altri il suo sogno. 
Ormai ha deciso, vuole farla finita. Ed escogita il piano perfetto. 
Da quel momento nella sua vita si susseguono incontri inaspettati, coincidenze, fatti imprevisti che la costringono a rimandare il progetto. Coinvolta da una sorpresa stupefacente a un'altra,Maggie scopre infine cosa vuol dire la vera amicizia. Scopre anche che ognuno, vivo o morto, nasconde almeno un piccolo segreto...

Recensione

Un libro frizzante, scritto col eleganza, scorrevole, ironico, strano... sembra la narrazione di una favola.
E' una storia che ha dei personaggi a dir poco bizzarri e amabili.
Non ho letto altro di Fannie Flagg perciò non posso dirvi se questo è uno dei suoi miglior libri o se è mediocre, ma fatto sta che a me è piaciuto moltissimo!!!!
Abbiamo una ex Miss Alabama, Maggie Fonteberry che alla soglia dei sessant'anni decide che è giunta la sua ora, che non ci sia più nulla per cui rallegrarsi, nulla per cui valga la pena alzarsi la mattina e salutare il sole. Ha preparato ogni cosa fin nei minimi particolari, ma una serie di coincidenze ostacoleranno i suoi piani di suicidio.
Poi abbiamo la sua amica Brenda, una donna di colore, bella in carne, che mangia dolci quando è stressata, ha problemi e che frequenta un gruppo di recupero per cercare di smettere con questa sua mania che gli sta regalando il diabete (se non sbaglio >.>) amante feroce della politica, con il sogno di diventare il primo sindaco donna nero!
Poi continuiamo con Ethel che fa parte del trio insieme a Brenda e Maggie, dell'agenzia immobiliare Montagna Rossa che secondo me è il personaggio più tranquillo in mezzo alla mischia ;p
Hazel.. l'onnipresente "fantasma" ma non nel senso letterale, che è la fondatrice dell'agenzia. La conosciamo come una donna che ha fatto della sua nanezza una risorsa di denaro e affari immensa. Una donna piena di voglia di vivere, fare, scoprire, lavorare, sempre con il cosiddetto asso nella manica in qualunque situazione, che purtroppo è venuta a mancare 5 anni prima.E Babs l'acerrima nemica che si accaparra per la sua agenzia, anche con mezzi poco puliti tutte le vendite migliori,
Tutti questi personaggi (che poi c'è ne sono altri, questi sono i principali) metteteli a Birmingham, conditeli con Crestview, che è la casa dei sogni di Maggie, dentro di esso metteteci uno scheletro di cui non si sa a chi appartiene e che quindi devono risolvere questo mistero, oltre che a trovare un acquirente a questa casa magnifica; un pizzico di sapore con un amore di gioventù di Maggie che torna, i vari tentativi di morte della protagonista, Leroy la capra (che anche se mi ha accompagnata solo per un pezzetto l'ho adorata!!) et voilà "Miss Alabama e la casa dei sogni".

Devo dire che la narrazione all'inizio è stata molto lenta, per via delle descrizioni, oltre al fatto che siamo entrati a Birmingham in punta di piedi anche se ho avuto come l'impressione che fossimo stati sempre li  perciò ci troviamo a nostro agio ;p ma una volta che è partito non ti lascia più andare e vi ritrovate a fine libro che vi siete affezionati ai suoi personaggi senza che ve ne siate resi conto e io personalmente a volermi trasferire in Alabama grazie alle magnifiche parole e pensieri dell'autrice ;p provare per credere!!!

2 commenti:

Ilenia T.D. Lemon ha detto...

A me mancano tre libri per finire il project x.x non ce la faccio più ahahah

Lady Debora ha detto...

A chi lo dici Ile ç___ç quali ti mancano?