giovedì 12 giugno 2014

Recensione: "Per un giorno d'amore" di Gayle Forman

Un libro che ha deluso le mie aspettative in maniera totale e devastante visto che l'altro libro di Gayle Forman "Resta anche domani" l'ho adorato tantissimo U_U


Per un giorno d'amore #1
di Gayle Forman

Editore: Mondadori
Pagine: 396
Prezzo: 14,90€

Voto: 1-/5


Trama: Finite le superiori, Allyson parte dalla Pennsylvania per un tour in Europa, insieme alla migliore amica Melanie.
Non sa ancora che l'amore, quello che fa perdere la testa e sconvolge ogni sicurezza, diventerà il suo compagno di viaggio. A Stratford-upon-Avon, il paese di Shakespeare, conosce infatti Willem, affascinante ragazzo olandese, che recita in una rappresentazione underground della Dodicesima notte. Fra i due scocca la scintilla- e Willem propone ad Allyson di seguirlo a Parigi per trascorrere un giorno e una notte insieme. Lei, per la prima volta nella sua vita, decide di seguire l'istinto e provare, finalmente, a scoprire un'altra se stessa.
Ma il mattino dopo si ritrova sola. Willem è scomparso. Che fine ha fatto? Era amore o l'ennesima illusione sul palcoscenico della vita?


Recensione

Noioso. Adolescenziale. Lento. Stupido. Anti educativo/Irreale.
Gli aggettivi non sono propriamente incoraggianti. :) 
Ho trovato questo libro veramente adatto a dei ragazzi nonostante io non sia poi così adulta visto che ho 22 anni, ma per l'amor del cielo probabilmente non lo consiglierei neanche a mia sorella di 19 anni o a una ragazzina di 12, però è piaciuto a moltissime persone sul web perciò probabilmente sono io la pecora nera di turno come al solito ;p
Proprio non c'è l'ho fatta a trovare qualcosa di buono in questo libro, infatti il secondo lo sto leggendo da 2 settimane a piccole dosi, ma proprio mi risulta doloroso mentalmente leggerlo, ma mi scoccia abbandonarlo.

Da dove iniziare... Allyson, 18 anni, studentessa modello, figlia unica, bravissima, simpatica, educata, un po' rigida con se stessa decide di fare un viaggio educativo, culturale dietro spinta dei genitori insieme alla sua migliore amica Melanie in giro per l'Europa.
Non è per niente felice di quello che vede e ogni giorno che passa è sempre più sofferente e vogliosa di tornare a casa.
Il penultimo giorno mi pare, di permanenza incontra casualmente Willem a Stratford-upon-Avon, dove lui recita con una compagnia di strada Shakespeare in la Dodicesima notte. I due si scambiano sguardi interessanti e quando il giorno dopo alla stazione Allyson che sta per prendere il treno per Londra rincontra Willem che sta per tornare in Olanda, decidono di fare una follia; andare a Parigi visto che la tappa di lei li è stata cancellata e ci teneva ad andarci e lui non ha voglia di tornare a casa. Al che ho detto: Ma certo così su due piedi partiamo con uno sconosciuto, chi è che non parte?! Io lo faccio tutte le volte che vado in vacanza!!!! No?? Mi pare normale... O.O

Andiamo avanti... Avranno la loro giornata, piena di odori, rumori, posti tipici di Parigi: vivono una giornata spensierata, piena di avventura e felicità. Sembra che la vita quella vera debba essere così e che in vita loro non sono mai stati così bene.
Poi la mattina seguente Willem sparisce e a Allyson crollano tutti i castelli mentali, tutte le sue fantasie d'amore che si era creata 1 un solo giorno -_-"
Oh ma il bello deve ancora venire ahahhahahaah!
La poveretta si ritrova sola, senza soldi, senza parlare il francese, senza sapere in che quartiere o via si trova e chiama in aiuto la guida che ha disprezzato per tutta la vacanza per farsi aiutare, senza nemmeno ringraziarla alla fine per giunta! 
Ok.. tornata a casa, Allyson si trasforma; si rinchiude in se stessa, non ha voglia di studiare, non ha voglia di vivere. Vive in un perenne stato comatoso. Non risponde alla madre, Melanie sembra scomparsa per fatti suoi, rifiuta gli inviti delle sue coinquiline di università per Willem! Lei si sente cambiata, diversa, la vita che credeva serena era una bugia bla bla bla e altre mille cazzare e complessi adolescenziali che non stanno ne in cielo ne in terra per quel che mi riguarda..
Ora io vorrei capire una cosa.. Come si fa a cadere in depressione per un ragazzo con cui si è stato in giro per 1 giorno. Come fai a dire che lo ami, che lui è speciale, che lui è così, che lui ti ha cambiata, che ti ha fatto vivere davvero, che non puoi vivere senza lui, che ti senti persa... O.O cioè a me sembra una grande minchiata. Scusate il francesismo. Mi sembra una cosa assurda, irreale, immatura. Per carità non sia mai che qualche ragazzina lo legga e pensi pure che partire con uno sconosciuto sia fico e romantico >.> si salvi chi può!!!

Ora io leggo di tutto, mi piace sognare, sono una romanticona di quelle che piace cenare al lume di candela, che gli vengono gli occhi a cuoricino quando il mio sposo mi abbraccia e mi dice che mi ama e mi da un bacino sulla guancia (per farvi capire come sono..) ma per carità questo libro è da mettersi le mani sui capelli. Posso capire che uno cadi in depressione, che provi certe cose quando si lascia dopo una storia importante, ma dopo 1 giorno che razza amore può nascere, veramente ti devi essere fatta dei castelli alti chilometri, anche perchè Willem non gli ha detto ti amo o smancerie simili da dire oddio ho perso l'unico ragazzi che mi abbia mai amato. Buh non so se sono io troppo rigida e  o è proprio il libro che è una sciocchezza T.T 

Mi sono dilungata troppo e penso che abbiate capito che a me questo libro non è piaciuto, sia per i suoi contenuti, sia perchè l'ho trovato veramente lento, noioso, piatto. 
Naturalmente i gusti son gusti, e visto che a parecchi è piaciuto sarà una cosa solo mia. Io a mio gusto lo sconsiglio categoricamente come poche volte ho fatto però vi dico provatelo e fatevene un'idea vostra che alla fine è sempre la migliore!!! ^_^

2 commenti:

..Mary.. ha detto...

O.o oddio....visto cosi non è assolutamente interessante!!
Un giorno? non può nascere in un giorno un grande amore.. non si può cadere in depressione per uno sconosciuto. Mah, grazie per la recensione, almeno non perdo tempo il mio tempo e mi dedico a libri meritevoli

Lady Debora ha detto...

Guarda tesoro, a molti è piaciuto però io proprio non c'è la faccio a consigliartelo, c'è veramente di meglio a mio parere!!!!! Sarà che l'ho letto in chiave realistica, sarà che i lamenti e piagnistei di Allyson mi hanno fatto venire il latte alle ginocchia... ma io questo libro lo consiglierei solo al peggiore dei miei nemici e tu non sei tra questi ;***)