lunedì 7 gennaio 2013

I miei acquisti #48

Era da molto che non mi capitava un periodo pieno di acquisti e regali ^^ la dividerò in due parti, quella di oggi sarà con i cartacei... l'altra con gli ebook :)
Quello di Tolkien è un regalo del mio Amore per Natale insieme vabè ad altre cose oltre quello *_*, quello della Reichs è il mio regalo per mia sorella, ma praticamente l'ho scippato io per leggerlo :p più i due segnalibri bellissimi uno fatto a mano da Francy del blog Leggere Fantastico e l'altro da mia zia e un mio piccolo auto regalo di Natale ^^


Lo Hobbit di J.R.R. Tolkien con le illustrazioni di Alan Lee

"Lo hobbit" è il libro con cui Tolkien ha presentato per la prima volta, nel 1937, il foltissimo mondo mitologico del Signore degli Anelli, che ormai milioni di persone di ogni età, sparse ovunque, conoscono in tutti i suoi minuti particolari. Tra i protagonisti di tale mondo sono gli hobbit, minuscoli esseri "dolci come il miele e resistenti come le radici di alberi secolari", timidi, capaci di "sparire veloci e silenziosi al sopraggiungere di persone indesiderate", con un'arte che sembra magica ma è "unicamente dovuta a un'abilità professionale che l'eredità, la pratica e un'amicizia molto intima con la terra hanno reso inimitabile da parte di razze più grandi e goffe" quali gli uomini. Se non praticano la magia, gli Hobbit finiscono però sempre in mezzo a feroci vicende magiche, come capita appunto a Bilbo Baggins, eroe quasi a dispetto di questa storia, che il grande "mago bianco" Gandalf coinvolgerà in un'impresa apparentemente disperata: la riconquista del tesoro custodito dal drago Smog. Bilbo incontrerà così ogni sorta di avventure, assieme ai tredici nani suoi compagni e a Gandalf, che appare e scompare, lasciando cadere come per caso le parole degli insegnamenti decisivi. E il ritrovamento, apparentemente casuale, di un anello magico, è il germe della grande saga che Tolkien proseguirà nei tre libri del "Signore degli Anelli" illuminando nel suo durissimo senso un tema segreto de "Lo hobbit": cosa fare dell'Anello del Potere?


Sedotta da un angelo di Gena Showalter
Gli Angeli delle Tenebre: impavidi guerrieri che lottano contro il male, rischiando di perdere l'immortalità e di essere cacciati per sempre dal Regno dei Cieli. Un angelo che non ha mai conosciuto una donna. Un'umana vittima dei demoni. Zacharel, uno dei guerrieri alati più temuti del Regno dei Cieli, ha ricevuto l'ingrato compito di guidare un esercito di angeli ribelli contro le creature degli Inferi, pena la caduta in disgrazia agli occhi di Dio. Una missione che ha accettato di buon grado, perché l'unico desiderio che alberga nel suo cuore inaridito è sconfiggere il Nemico. Finché non incontra Annabelle, ingiustamente rinchiusa in un manicomio criminale e perseguitata dai demoni. Le sofferenze e le ingiustizie subite da quella fragile ma indomita creatura fanno breccia nell'anima indurita dell'angelo che, per la prima volta dopo secoli, avverte un lieve tepore diffondersi nel petto. Riuscirà una semplice mortale a ridestare in lui ciò che nessuno è mai riuscito a fargli provare prima?
Serie "Angeli delle tenebre" - Vol. 1

Eredi al trono di Mindy Neff, Julie Miller, Kasey Michaels

Re Easton di Korosol ha ancora il medesimo problema: deve trovare l'erede che gli succeda sul trono del piccolo e ricchissimo stato che governa.
IL PRIMO BALLO DI ELEANOR di Julie Miller
Il più grande sogno di Eleanor è sempre stato quello di vestire i panni di una principessa. Di famiglia molto modesta, appena le viene offerta la possibilità di trasformare il sogno in realtà accetta felice. Entrerà nel castello dei Carradine. Certo però non si aspetta di incontrare l'affascinante comandante Cade St. John.
PIU' DOLCE DI UN SOGNO di Mindy Neff
Un sogno. Così Vicky pensa a Jace Carradine, nipote di re Easton, che da settimane le fa una corte serrata. Lei ne è lusingata, ma è troppo impegnata tra studio e lavoro per una relazione senza futuro. Peccato che le sue "sagge" intenzioni si scontrino con lo sguardo conturbante di Jace.
PER MANO DELLA REGINA di Kasey Michaels
Le sembra già di sentire i commenti della gente. Ma è pronta a ignorarli. Kelly Carradine, ultima speranza di re Easton per la successione al trono, è diventata regina e per questo non può permettersi colpi di testa, come innamorarsi di Devon Montfort, capitano della guardia reale.

Corpi freddi di Kathy Reichs

A Montréal è finalmente esplosa l'estate e l'antropologa forense Temperance Brennan si prepara a un weekend di completo relax. Viene però chiamata al Laboratoire de Médecine Légale per esaminare il cadavere decapitato e disarticolato di una donna, rinvenuto nel terreno di una chiesa dentro alcuni sacchetti di plastica. Mentre prosegue le indagini, Tempe si rende conto che qualcosa sulla scena del delitto le è familiare: l'assassino ha già ucciso e ormai non è più capace di fermarsi. Con l'aiuto della polizia, le ricerche di Temperance conducono sempre più vicino al killer, mettendo in grave pericolo le persone a lei più care: la sua migliore amica e persino sua figlia.

 I viaggi di Gulliver di Jonathan Swift

Cavalli che parlano e ragionano, giganti dalle proporzioni smisurate, nani così piccoli da poter essere tenuti in una tasca, filosofi che popolano isole volanti: sono solo alcune delle creature straordinarie che il capitano Lemuel Gulliver incontra nel corso dei suoi viaggi avventurosi, tra mille peripezie e innumerevoli pericoli. Pubblicato nel 1726, I viaggi di Gulliver è oggi noto soprattutto come un classico della narrativa per ragazzi, ma rappresenta anche un capolavoro del fantastico e della satira. Dietro la favolosa descrizione delle immaginarie popolazioni di Lilliput, Brobdingnag, Laputa e Huyhnhnmlandia, la sferzante penna di Swift ritrae le assurdità e i difetti dell’Europa settecentesca.

«Poco dopo, sentii qualche cosa di vivo che si muoveva sulla mia gamba sinistra e, camminandomi piano sul petto, mi arrivava quasi fino al mento; allora, volgendo gli occhi in giù più che potevo, scorsi una creatura umana, alta nemmeno sei pollici, con in mano un arco e una freccia, e una faretra sulle spalle. Nello stesso tempo sentii che almeno una quarantina della stessa specie (a quanto supponevo) seguivano il primo.»



Robinson Crusoe di Daniel Defoe

Defoe è concordemente giudicato dalla critica uno dei creatori del realismo moderno, e Robinson Crusoe (ritenuto da alcuni il suo capolavoro) è senz’altro uno dei libri più celebri e amati di tutta la letteratura inglese. Generazioni e generazioni di lettori di ogni Paese e ogni età – anche giovanissimi – sono approdati sull’isola deserta con l’intrepido naufrago, hanno sfidato con lui le forze contrarie della natura, hanno partecipato ai suoi sforzi umili, tenaci e vittoriosi, hanno stretto amicizia con Venerdì… Ma Robinson Crusoe è molto più di uno splendido romanzo di avventure: è anche un’opera straordinaria (divenuta in breve un vero paradigma per filosofi ed economisti) che riuscì a interpretare con sorprendente precisione le idee, i fermenti e i miti del proprio tempo. Un libro davvero immortale, che, nei secoli, conoscerà tra i suoi entusiasti lettori Rousseau e Twain, Dumas e Melville, Stevenson e Poe.

«Se mai al mondo la storia delle vicissitudini di un uomo qualsiasi è stata degna di venire resa nota e di essere gradita, una volta pubblicata, l’autore pensa che tale sia il caso di questo racconto. Secondo lui, infatti, le meraviglie della vita di quest’uomo superano di gran lunga quelle di qualsiasi altro: difficilmente la vita di un uomo può contenere tanti avvenimenti.»



Cuore di Edmond De Amicis

Cuore, libro per ragazzi scritto da Edmondo De Amicis, fu un grande successo, tanto che de Amicis divenne lo scrittore più letto d'Italia. L'ambientazione è all'indomani dell'unità d'Italia, e il testo ha il chiaro scopo di insegnare ai giovani cittadini del Regno le virtù civili, ossia l'amore per la patria, il rispetto per le autorità e per i genitori, lo spirito di sacrificio, l'eroismo, la carità, la pietà, l'obbedienza e la sopportazione delle disgrazie.
Cuore è stato per generazioni il libro più regalato da genitori e nonni a figli e nipoti, il romanzo più citato quando si parla di bontà, generosità, onestà. Il protagonista del libro è il figlio che tutti i genitori vorrebbero, anche se tutti i figli vorrebbero di più somigliare a "Gian Burrasca".
Cuore è il diario che un ragazzo, Enrico, tiene durante un anno scolastico, con frequenti interventi di pugno del padre o della madre con insegnamenti morali. Alcuni personaggi sono rimasti memorabili, tanto da uscire dal libro e restare nell'immaginario collettivo come prototipi letterari, come il cattivo e perfido Franti, il buon Garrone e la "maestrina dalla penna rossa".



***

Il segnalibro vinto nel blog di Francy *_*
Il segnalibro di zia ^^
Cd di Breaking Dawn parte 2 *_* finalmente tra le mie mani!!

2 commenti:

..Mary.. ha detto...

ma sono bellissimi i segnalibriiii *__*

Lady Debora ha detto...

Grazie lo so, quello di Francy è di una comodità unica visto che gli esce il pon pon da fuori oltre che bellissimo ^^