giovedì 1 agosto 2013

Recensione: Il meglio di me di Nicholas Sparks

Titolo: Il meglio di me
Autore: Nicholas Sparks
Editore: Frassinelli
Pagine: 393
Prezzo: 13,00€

Trama: Nella primavera del 1984, quando frequentavano il liceo, Amanda e Dawson si erano innamorati: profondamente, irrevocabilmente. Nonostante appartenessero a due mondi opposti, il loro amore sembrava tanto grande da sfidare le regole della vita di Oriental, la cittadina del North Carolina dove erano cresciuti.
Ora, venticinque anni dopo, Amanda e Dawson si ritrovano a Oriental per il funerale di Tuck, il vecchio amico che un tempo aveva dato rifugio alla loro giovane passione. Nessuno dei due ha avuto la vita che sperava... e nessuno dei due ha dimenticato il primo sconvolgente amore che li aveva cambiati per sempre.

Recensione

Non potete capire quanto io ami questo scrittore, le sue parole sono musica, poesia, amore allo stato pure e quando prendo in mano un suo libro non sto li a leggere la trama, penso solo che devo leggerlo assolutamente.
E a parte l'ultimo libro che è uscito e ho in ebook, mi manca solo questo da leggere ed ero sicura che vi avrei trovato quell'amore che è un po' il segno di riconoscimento di Sparks, ma mi sono ritrovata delusa.

Dawson e Amanda si sono conosciuti quando erano ragazzi e anche se provenivano da due "classi sociali" diverse tra loro è nato l'amore, fatto di pomeriggi nell'autofficina di Tuck, con Amanda seduta sul bancone e Dawson che ripara le macchine.
Facendo parte di due famiglie, lui di gente poco raccomandabile e lei da una famiglia ricca e influente, i familiari di lei hanno fatto sempre in modo di farli lasciare fino a riuscirci.
Dopo tanti anni, in cui Amanda si è sposata e ha 3 figli, Dawson è solo e lavora sulle piattaforme petrolifere i due si rincontrano per il funerale di Tuck, l'unica persona realmente felice che loro due a quei tempi stessero insieme, e che ha accolto Dawson come un figlio quando lui è andato via di casa, e considerando come una figlia anche Amanda in seguito.
Tra loro non sembra essere passato un giorno e l'amore, la passione e i vecchi ricordi riemergono come un vulcano in eruzione.

Naturalmente si sa, Sparks adora i finali strappalacrime e qui c'è ne regala un altro, nonostante stranamente io non ho pianto (Yeah ^_^).
E' una lettura piacevole, scorrevole, però in questo racconto manca la scintilla, quell'empatia che si scatena con i protagonisti, con il luogo in cui interagiscono, quel legame che te li fa amare...
E sono rimasta delusa, che non sono riuscita nemmeno ad apprezzare questa storia, che forse sarà una delle poche che non rileggerò mai... Speriamo che nel nuovo libro Sparks non mi deluda :)

Voto: 3/5

3 commenti:

Mr Ink ha detto...

Questo non l'ho letto, ma giusto ieri mi è arrivato il nuovo di Sparks. Credo, visti gli ottimi commenti, che quello non ti/ci deluderà :)

Lady Debora ha detto...

Speriamo ci sono rimasta male che questo è stato così bruttino ^_^ di commenti di quello nuovo ancora non ne trovo non saprei proprio cosa aspettarmi... dai siamo positivi ;p

Mr Ink ha detto...

Finito il nuovo ;) Mi aspettavo qualcosina di più, comunque merita. Adesso, voglio leggere questo. Sono curioso di sapere come mi sembrerà ;)