lunedì 6 gennaio 2014

Recensione: "Identità criminali" di Sarah McClane (alias Sonia Caporali)

Buon lunedì, buon pomeriggio, buona befana, buon shopping, buona lettura ^^ io oggi mi sto dando allo shopping felice per quel che si può, riportando a casa due bei libri usati che volevo da molto!! 
Come ho scritto in un post precedente la rubrica My week bookish l'ho tolta sia perchè non ha mai riscosso molto successo sia perchè ormai non riuscivo ad attenermi alle letture stabilite, perciò rimpiazziamolo con una recensione che male non fa XD Inoltre vi volevo dire se vi fosse sfuggito (o se non vi frega va bene lo stesso ;p) delle iscrizioni aperte per la Challenge Tbr QUI


Identità criminali
di Sarah McClane 

Editore: auto pubblicato
Genere: Thriller
Pagine: 297
Prezzo: 3,50€ ebook

Voto: 5/5


TramaA New York un serial killer sta seminando il terrore. La sua unica firma è una moneta da un centesimo sotto la lingua. Nat Crawley, soprannominato Red Scorpion, è un poliziotto del NYPD. Ha un carattere duro, scontroso, ma è abile nel suo lavoro. Durante le indagini, il capitano Conners gli affianca Cassie Hooker, detective di terzo grado, allegra ma pasticciona. Iniziano a lavorare fianco a fianco, giorno e notte. Ma Red Scorpion non solo deve affrontare un pazzo assetato di sangue, ma anche lottare contro un passato pieno di dolore, che gli ha procurato ferite profonde, nel corpo e nell'anima. I mesi si susseguono uno dopo l'altro, così pure le vittime. Fino alla svolta finale…


Recensione

Durante l'anno, ma anche in generale, il thriller è il genere che leggo di meno.. purtroppo non sono una persona che ama i rompicapi infiniti, le congetture contorte che si prolungano per 300 pagine proprio mi annoiano e mi stufano.
Devo essere sincera, ho letto questo libro perchè stimo profondamente Sonia Caporali come persona e come scrittrice, l'ho conosciuta quando per caso mi sono imbattuta sul suo blog e regalava il pdf gratuito di Sentimenti Ribelli e dopo averlo letto mi sono innamorata di questa sua serie ironica, leggera, emozionante, con dei personaggi che è difficile dimenticare e da allora abbiamo stretto un rapporto di amicizia anche se solo virtuale e da allora seguo tutte le sue pubblicazioni anche se mi manca ancora da recuperare qualche libro e ho letto con molto piacere questa sua ultima creazione anche se mi sono ripromessa di "giudicare" questo libro senza farmi coinvolgere dal rapporto perchè credo sia giusto così ^_^ 

L'ho adorato follemente!!!!
Ho adorato la trama, i personaggi ben caratterizzati, ogni loro sfumatura, ogni loro aspetto. La storia non mi ha annoiato assolutamente anzi ha reso il libro bilaterale (??) ovvero a ogni inizio capitolo c'era una paginetta o due che mostrava quello che il serial killer stava pensando, eravamo nella sua testa, potevamo leggere cosa lo spingeva a commette gli omicidi di una serie di ragazze amiche tra loro che man a mano venivano uccise in modo differenti, apparentemente senza senso e quindi tu arrivavi impaziente a inizio capitolo per scoprire chi era la prossima e cosa avrebbe usato e speravo sempre che ci fosse un pezzettino in più sul perchè questo folle stesse commettendo gli omicidi; e poi c'era la storia centrale, ovvero le indagini svolte dall'agente Nat Crawley detto Red Scorpion e Cassie Hooker. 

Red Scorpion bè lui è stato uno dei pochi personaggi del 2013 che ha fatto ballare i miei occhietti e fatto battere il cuore di romanticona anche se lui tutto è tranne lo stereotipo dell'uomo romantico, anzi ha una mole imponente che incute timore, forte, freddo, un tiratore provetto che non perde mai la calma, con il sangue freddo in ogni situazione, scontroso e astuto non per questo è uno degli uomini migliori del NYPD, ma che sotto sotto farebbe di tutto per la persona di cui si innamora a costa della sua vita *_*
Poi abbiamo Cassie una donna dalla statura piccolina, ma con un carattere tutto pepe, forte che non si farà incutere dal  burbero Nat anzi cercherà di penetrare al di sotto ingaggiando una lotta mentale con lui a chi cede prima e senza rendersene conto tra loro germoglierà l'amore..

Non è un semplice thriller, ma c'è anche un tocco d'amore che ha reso la lettura più piacevole e scorrevole.
Dal punto di vista stilistico.. bè la differenza tra Sentimenti ribelli e Identità criminali si nota tantissimo. Sia dal punto di vista del lessico: più maturo, più curato ma anche di narrazione. Si vede che è stato letto e riletto che c'è un'attenzione minuziosa per ogni singolo dettaglio in questo romanzo, cosa che c'è meno nei romanzi precedenti, che sono più semplici, meno articolati.. anche se il suo tocco c'è ^_^

Vi consiglio caldamente questo libro se avete voglia di un romanzo dalle doppie tinte, che vi faccia innamorare ma restare anche con il fiato sospeso, che vi faccia pensare a chi possa essere il pazzo e tutte quelle cose che caratterizzano un thriller.. insomma il costo è piccino e la sostanza è tanta, adatto per un pomeriggio di relax sotto le coperte calde davanti al camino o nel mio caso la stufa con la mia cagnetta che cerca di scroccare il mangiare a qualsiasi ora del giorno.

6 commenti:

Angela ha detto...

wow a me i thriller piacciono molto!!!

Sonia Caporali ha detto...

Ti ringrazio immensamente, Debora! È stato il più bel regalo che ho trovato nella calza *_* Praticamente, mi è preso un colpo ahahahahahahahahahah :D

@Angela: se deciderai di leggerlo, fammi sapere cosa ne pensi. Le vostre opinioni mi aiutano a crescere e dare sempre il massimo! ^^

serena ha detto...

Ciao Debora, scusa il fuori-tema ma ti ho taggata sul mio blog ^^
http://thereadingcorner-sere.blogspot.it/2014/01/thank-you-tag.html

Lady Debora ha detto...

*_* grazie Sere sei sempre un tesoro!!!! Un abbraccio

Lady Debora ha detto...

Sono contentissima che ti sia piaciuto ti avrei messo anche le caramelle ma posso farlo solo virtualmente ;p

Lady Debora ha detto...

Angela vedrai ti piacerà sicuramente ^_^ Fammi sapere se lo leggerai :)